Project Description

VERTIGO
EOOS

Il progetto EOOS è un’architettura radicale. Gli elementi sono ridotti all’essenziale e ciascuno svolge la sua funzione con rigore e eleganza.  Il daybed che vive due volte. Algido e sensuale come la protagonista del film cult di Alfred Hitchock. Un progetto che fa della doppia identità il suo tratto originale. La lucentezza del metallo e l’opacità del cuoio. La linearità della struttura e la morbidezza delle cuscinature. La tecnica del meccanismo e l’artigianalità delle cuciture sartoriali. La capacità di trasformarsi da divano a letto, con un semplice gesto di rotazione dello schienale.  Anche l’habitat ideale di Vertigo è duplice. L’ufficio executive, dove si presta a brevi pause di relax per le dimensioni contenute, il design lineare e l’ergonomia. Ma anche la casa, dove il divano si trasforma ed accoglie gli ospiti nella soluzione letto senza che il comfort e il design ne risultino compromessi.  Il daybed porta all’estremo la tecnicità del meccanismo, lo mette a nudo senza compromessi, ne fa elemento estetico grafico e asciutto completamente a vista. La struttura in tubolare nella sofisticata finitura canna di fucile è il risultato di una approfondita ricerca di ingegneria meccanica. Il complesso sistema di leve e snodi rende il movimento veloce e preciso. Basta impugnare la maniglia sotto la seduta spostandola verso il basso e poi tirare verso l’esterno la barra sul retro: il meccanismo si schiude a compasso, posizionando Vertigo nella configurazione letto.  Volumetrie sottili, ma di comfort assoluto si adagiano sulla struttura in metallo. Un capolavoro di tappezzeria che unisce la leggerezza visiva all’accogliente morbidezza delle cuscinature. La struttura metallica del meccanismo, dotato di molle a gas per garantire un movimento continuo e morbido, è realizzata in tondini di ferro.   I rivestimenti sono in cuoio, pelle o tessuto con impunture a vista. I due cuscini rettangolari permettono diversi utilizzi di Vertigo. Posizionati ai lati e fissati con preziose cinture in cuoio ai due cuscini a cilindro, diventano confortevoli braccioli. Disposti sullo schienale fungono da poggiareni e diventano guanciali nel set daybed.  Il retro di Vertigo colpisce per la continuità delle superfici. Le lavorazioni di carpenteria uniscono fluidamente il massello di frassino con finitura wengé del basamento e il metallo del meccanismo. Il rivestimento in cuoio o pelle dello schienale, impreziosito dalle delicate impunture a contrasto, richiama la sartorialità dei piccoli accessori di pelletteria, come il logo Poltrona Frau che conclude con discrezione la sequenza delle cuciture.